22
Lug

Analisi Logoracuori

Pubblicato domenica 22 Luglio 2007 alle 05:29 da Francesco

Nel giro di poche ore ho realizzato questo video e il pezzo che scorre in sottofondo per soddisfare una necessità catartica. Ciò che ho creato nottetempo non ha alcuna valenza artistica e ci tengo a sottolineare questo dettaglio per non recare offesa alla musica né alla settima arte. Penso che il mio gesto amatoriale sia riuscito a servire egregiamente la catarsi notturna e ne sono soddisfatto anche se nella sua realizzazione sono venute meno alcune regole metriche e registiche che non conosco. La base non è mia.



Analisi Logoracuori

Non ho legami solidi con i soliti ignoti
Mi eleggo a stolto senza prendere i voti
Sul mio volto leggo logiche sentimentali
Escogito evasioni dalle prigioni carnali
Non ho mai preteso sesso fine a se stesso
Esigo ampliare il confine dell’amplesso
Ambisco all’erotismo in una forma ideale
Non sono devoto alla dittatura ormonale
Il mondo è su binari di corpi e denari
Sono cazzi suoi ma non voglio i suoi salari
Sono solo ma non sono solo un ingenuo
Inseguo gioie genuine mentre sembro strenuo
Stremato dallo stress di ogni distacco
Scartato dallo staff di chi mi ha dato smacco
E non mi accomodo sull’ultimo rintocco
Rincorro il futuro e affronto un altro blocco
Non vivo di promesse che non hanno premesse
Seguo il ritmo delle lancette mentre cresce
La mia mente trascende e lei non mi conosce
Non la biasimo se preferisce aprire le cosce
Non mi scuote la visione di voglie saffiche
Sono come note vuote in mezzo alle raffiche
Qualcuno trafuga la fiducia che ottiene
La trasgressione è l’omologazione di un insieme
È la religione che alimenta la perversione
Il peccato non esiste e dio è un’invenzione
Sono frasi banali ma assolutamente veritiere
Vertono sulla realtà invece che sulle chimere
L’amore non è una questione chimica né metafisica
È una verità taciuta spacciata per icona onirica
Prima che il corpo si corichi gli do un incarico
Che preceda la morte senza fare inchini al valico
Dalle fedi piene di follia è nata ogni parafilia
Dalle fedi piene di follia è nata ogni parafilia
Dalle fedi piene di follia è nata ogni parafilia
Dalle fedi piene di follia è nata ogni parafilia
Abbraccio la mia verginità e vado via
Nel nome del padre, del figlio e dell’incesto e così sia
Categorie: Intimità, Parole, Video |